Da Repubblica-Robinson una bella intervista a Philip Roth di Charles McGrath

Tra pochi mesi Roth compirà 85 anni: “mi sorprende ritrovarmi qui alla fine di ogni giornata, andare a letto la sera e pensare sorridendo: “ Ho vissuto un altro giorno”. E mi sorprende di nuovo svegliarmi otto ore più tardi e vedere che è la mattina dopo e che sono ancora qui. “Sono sopravvissuto a un’altra notte”, mi dico, e al pensiero sorrido ancora. Mi corico col sorriso e mi sveglio col sorriso. ” Continua a leggere Da Repubblica-Robinson una bella intervista a Philip Roth di Charles McGrath

Marco Travaglio sbugiarda Renzi Burioni e Lorenzin sui vaccini “Mavaccina tuo padre”

dal Fatto quotidiano di oggi 21 gennaio 2018 Dev’essere terribile svegliarsi, aprire il Corriere e scoprire dal sondaggio di Nando Pagnoncelli di essere il candidato premier più detestato e indesiderato dagli italiani: dietro Gentiloni, Bonino, Di Maio, Salvini, Berlusconi, Grasso e Meloni (mancano il Divino Otelma e Giorgio Mastrota, ma solo perché non li hanno testati). Siamo dunque solidali con Matteo Renzi che, sempre più ubriaco dei suoi insuccessi, mi coinvolge nella campagna elettorale (dove non sono candidato) per darmi del “giornalista di parte” che “fa disinformazione” e “pensa di essere autorevole perché va sempre in tv” e far sapere … Continua a leggere Marco Travaglio sbugiarda Renzi Burioni e Lorenzin sui vaccini “Mavaccina tuo padre”

“L’ignoranza è forza”

Dai quaderni di Possibile L’IGNORANZA È FORZA Di Giampaolo Coriani Quaderni 19 gennaio 2018 Il riferimento a Orwell e al suo capolavoro 1984 può sembrare scontato e banale ma sta succedendo davvero. Il ministro Minniti ha davvero presentato un protocollo attraverso il quale la Polizia Postale, che fa capo al suo Ministero, che fa capo al Governo, deciderà cosa sia vero e cosa sia falso. Il Ministero della Verità, o Miniver, diventa reale e si identifica con il Ministero dell’Interno, e gli agenti della Polizia Postale, come tanti Winston e Julia, su segnalazione dei solerti cittadini, avranno davvero il compito di … Continua a leggere “L’ignoranza è forza”

Woody Allen molestatore seriale?

Dal Manifesto : VISIONI Woody Allen di nuovo sul banco degli imputati Cinema. Dylan Farrow in un’intervista tv accusa ancora il padre adottivo di averla molestata da bambina <img src=”https://ilmanifesto.it/cms/wp-content/uploads/2018/01/18/19vissin1133c90b4d6a4a8cd601f10df6a413c6-terry-richardson-photography-woody-allen.jpg&#8221; /> Cristina Piccino, Giovanna Branca EDIZIONE DEL 19.01.2018 PUBBLICATO 19.1.2018, 0:37 AGGIORNATO 18.1.2018, 22:06 La prima a fare dichiarazione di pentimento è stata Greta Gerwig, icona del cinema indie e ora in aria di Oscar con il suo bell’esordio da regista Lady Bird. «Mi pento di avere lavorato insieme a Woody Allen» ha detto qualche giorno fa. Il film in questione era To Rome with Love, certo non tra i … Continua a leggere Woody Allen molestatore seriale?

Tratto dalla prefazione a “Lucky” di Alice Sebold

“Promisi a me stessa che se fossi sopravvissuta allo stupro ne avrei scritto”: Alice Sebold, l’autrice di “Amabili resti”, ha mantenuto la parola. E dopo l’elezione di Trump ha scritto la nuova introduzione al libro in uscita ora in Italia. Un inno alla necessità di parlare della violenza. Che così ha anticipato i temi della campagna #MeToo Continua a leggere Tratto dalla prefazione a “Lucky” di Alice Sebold

Repubblica-Robinson: “Sesso, droga & Vittoriale com’è rock D’Annunzio” di Valerio Magrelli

Dimenticate il Duce, il Vate e tutto quel ciarpame: col dieci per cento di visite in più la dimora storica è tra le case più visitate. Merito di un restauro-capolavoro. E di un piano, questo sì dannunziano, di Riconquista: ma che parte dal dandysmo per arrivare a David Byrne Continua a leggere Repubblica-Robinson: “Sesso, droga & Vittoriale com’è rock D’Annunzio” di Valerio Magrelli