Luca Kocci

“il manifesto”
17 agosto 2012

Luca Kocci

«Davanti ad ogni vita umana stroncata è doveroso un rispetto profondo», ma «è davvero insopportabile questa retorica sulla guerra sempre più incombente e asfissiante» che continua a chiamare le guerre «missioni di pace» ed esalta i cappellani militari. È la dura presa di posizioni di oltre 70 preti nei confronti di Avvenire che lo scorso 8 agosto – proprio in mezzo agli anniversari del lancio delle due bombe atomiche Usa contro il Giappone il 6 e il 9 agosto 1945 – ha dedicato una pagina intera agli «eroi per la pace» – ovvero i soldati italiani morti durante le missioni internazionali – e ai cappellani militari.

Una lettera aperta lanciata da Pax Christi, storico movimento cattolico per la pace, sta continuando a raccogliere adesioni, non solo da parte dei “soliti” preti pacifisti (fra cui Nandino Capovilla, Albino Bizzotto dei Beati i costruttori di…

View original post 407 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...