controlemafie

Ieri a ora di pranzo si è definitivamente certificata un’escalation nella guerra di camorra di Scampia che giustifica a pieno titolo la qualificazione di “nuova faida”.
Quando, alcuni mesi fa, subito dopo l’omicidio di Gaetano Marino, consumatosi a Terracina, in spiaggia, in pieno giorno e dinanzi a centinaia di persone, il procuratore aggiunto di Napoli, Sandro Pennasilico, parlò del rischio di una faida con tratti simili a quella del 2004-2005, a molti (me compreso), sembrò un’esagerazione.
La mattanza di quegli anni pareva irripetibile; le condizioni criminali erano cambiate; i clan che gestiscono lo spaccio – mai interrotto, ma certamente ridotto sono obiettivamente meno potenti e gli apparati investigativi sono decisamente più forti sul piano informativo e su quello del controllo del territorio. A Scampia e nell’intero quartiere di Secondigliano è certamente cresciuta una società civile che, con piccoli gesti e con l’impegno quotidiano, sta dando segni di discontinuità rispetto ai…

View original post 525 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...