A Pesaro “Camminando tra i volti di Biasiucci” di LEA MATTARELLA

da repubblica.it
Cammini tra i volti. Sono a terra sotto di te. Devi abbassare lo sguardo e te li trovi davanti, silenziosi, immobili, potenti e drammaticamente inghiottiti dal buio. È questa l’installazione che Antonio Biasiucci, cantore del bianco e nero da più di 30 anni, ha realizzato con le sue fotografie scattate tra i calchi del Museo Antropologico di Napoli per la mostra Molti, curata da Chiara Pirozzi e Ludovico Pratesi, aperta fino al 31 gennaio al Centro Visivo Pescheria di Pesaro. L’artista racconta di essersi appostato a lungo tra queste impronte di volti realizzate negli anni Trenta in alcuni paesi del Nord Africa, perché per prima cosa voleva «immaginarne un’esistenza, entrare in empatia con il soggetto », superare la distanza. Solo dopo averne ritrovato il soffio vitale, poteva scegliere un’inquadratura.
Dietro questo procedimento c’è l’idea di far diventare questi molti, singole figure con cui tutti noi che guardiamo,
possiamo entrare in contatto. L’identità conquistata grazie allo scatto fotografico viene però negata, anzi sommersa, dal modo in cui le immagini vengono presentate qui: sembrano emergere da un mare nero che le ha appena inghiottite e restituisce al nostro sguardo non più la loro vita, ma la loro morte. Esposta per la prima volta nel 2009 questa installazione non è invecchiata. Biasiucci pensa infatti al Mediterraneo abitato dalla tragedia dei migranti e ci trascina in una specie di cimitero immaginario, dove ogni volto diventa una lapide.
Parlano di vita e di morte anche gli altri due cicli esposti in questa occasione:
Madri che inquadra i corpi di donne incinte e Vapori ( nella foto) che racconta per immagini l’uccisione del maiale. E l’artista qui si mette (e ci posiziona) dalla parte dell’animale, fotografa dal suo punto di vista rivelando quanta brutalità possa nascondersi in un gesto che somiglia a un rito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...