Il tesoro di Mussolini e dei gerarchi in fuga abbandonato in un caveau di Bankitalia

Schermata 2016-03-02 alle 19.27.48
foto tratta dal profilo facebook del senatore del gruppo Misto Giuseppe Vacciano, dipendente Bankitalia in aspettativa, che chiede al Mef di completare almeno l’inventario. https://www.facebook.com/993067920707902/photos/a.993207784027249.1073741828.993067920707902/1217379084943450/?type=3&theater

Io penso che  questo “tesoro” debba essere inventariato, e poi esposto in un museo dedicato alla Storia del Novecento. Ma non c’è la volontà politica di “rimestare” nel passato, alcune questioni sono ancora aperte…

UN TESORO SCONOSCIUTO  DI PAOLO FANTAUZZI  da L’Espresso on line

C’è quasi mezzo secolo di storia italiana nei locali di sicurezza della Banca d’Italia a due passi dalla stazione Termini: i beni appartenuti alle vittime del terremoto di Messina del 1908; parte dell’oro donato “spontaneamente” alla Patria per finanziare la campagna d’Etiopia, quelli che gli ebrei italiani di Salonicco cercarono di salvare dopo l’invasione nazista della Grecia e quelli appartenuti ai prigionieri di guerra; chili e chili di monili e argenteria lasciata dai Savoia al Quirinale nella frettolosa fuga da Roma dopo l’8 settembre e le ricchezze che i capi del fascismo speravano di portare in Svizzera, fra ciondoli d’oro, banconote di varia nazionalità, collane con cristalli, orecchini, bracciali, gemme, rubini e collier.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...