Come sto guarendo dall’artrite reumatoide

Ieri 7 agosto ho avuto l’esito degli esami del sangue del prelievo di sabato mattina, e con mia grande gioia ho visto che la PROTEINA C REATTIVA, principale marker dell’artrite reumatoide ( indica uno stato di infiammazione nell’organismo ) , è finalmente scesa dentro ai limiti, che il laboratorio d’analisi dove vado io – Laboratorio Gamma di Fano- colloca a 0,60. Ieri la mia PCR era 0,30, e pensando che un anno fa, a settembre 2016, quando la reumatologa dell’ospedale di Fano ipotizzò l’a. R., essa era a 2,60 mi rendo conto di che miglioramento c’è stato in questi 11 mesi.
Nel frattempo , dopo tre mesi di cortisone ( Deltacortene 25 a scalare dal 12 settembre al 12 dicembre 2016) più Plaquenil, e una dieta basata sul gruppo sanguigno ( dieta del dr. Mozzi) io da dicembre 2016 non ho più assunto farmaci allopatici, ma dal 19 dicembre mi curo solo con l’omeopatia – sono in cura da quel giorno dal dottor Silver Alessandrini di marotta-, e la dieta. Da giugno tutte le mattine bevo una tazza di Niragada, una tisana di molte erbe della medicina ayurvedica, depurativa.
La PCR a febbraio era scesa a 1,30 per poi a fine maggio risalire a 1,90: secondo me questo dato era falsato da una grossa infezione intestinale che avevo avuto alcuni giorni prima ( il 17 maggio, giorno del mio compleanno , lo passai a letto e in bagno con influenza intestinale febbre e diarrea), e ciò aveva certamente alzato lo stato di infiammazione del mio corpo.
Poiché la flora batterica intestinale ha un enorme influsso sul sistema immunitario , – è infatti provato che il microbiota, la massa dei batteri intestinali influisce direttamente su di esso – il fatto che da maggio non ho più avuto episodi di diarrea e il mio intestino si è molto regolarizzato, ciò secondo me ha influito beneficamente sull’a.r. abbassando lo stato di infiammazione generale, e regolando il sistema immunitario. Certamente non devo mollare, ma il dato di ieri mi dimostra che posso farcela, anche senza prendere farmaci chemioterapici come mi aveva proposto la reumatologa al termine del cortisone ( Methotrexato ); che lo stile di vita che sto portando avanti da inizio anno con molta attività fisica leggera – cammino almeno un’ora al giorno- e dieta controllata, è quello giusto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...