«Una donna segnata » di Håkan Nesser

unadonnasegnata

Ho appena finito di leggere il giallo « Una donna segnata » dello svedese Håkan Nesser; di lui avevo già letto « Confessioni di una squartatrice » che mi era piaciuto molto, e questo appena letto è stato una conferma. Nesser è molto bravo a creare uno sfondo sociale che, basandosi su città e luoghi IMMAGINARI, potrebbe collocarsi in qualsiasi stato del Nord Europa, ma risulta PERFETTAMENTE CREDIBILE, e secondo me non è facile affatto; infatti la città dove vive e lavora il commissario-capi Van Veeteren si chiama Maardam, che non esiste, e che stranamente il curatore per Guanda della quarta di copertina colloca in Svezia, e lo stesso dicasi per la valuta usata nel romanzo, il gulden,  anch’esso immaginario…

In questo giallo non c’è da scoprire l’assassino, perché quasi subito c’è una ragazza che uccide un tizio, poi un altro, e solo al terzo la polizia comincia a cercare il collegamento…anche il movente è abbastanza intuibile, anche se non nei particolari; ma, nonostante ciò, Nesser è molto bravo a creare la suspance, senza la quale non sarebbe un giallo, e ci riesce molto bene: il commissari intraprende con l’assassina una gara contro il tempo, tempo cercando di arrivare prima di lei al quarto uomo…

Non dico altro per non guastare il piacere della lettura se qualcuno avesse voglia di leggerlo, ma anche nel finale, nonostante si sappia dall’inizio che è il colpevole, Nesser e riescito a sorprendermi, con un finale a sorpresa non-sorpresa dove l’autore mette in mostra tutta la sua bravura.

Voto 8 e naturalente ne consiglio la lettura.

 

Håkan Nesser è nato nel 1950 a Kumla, in Svezia. Dopo aver insegnato lettere in un liceo, da anni si dedica esclusivamente alla scrittura. Della serie che ha per protagonista il commissario Van Veeteren, Guanda ha pubblicato: La rete a maglie larghe, Una donna segnata, L’uomo che visse un giorno, Il commissario e il silenzio, Carambole, Un corpo sulla spiaggia e La rondine, il gatto, la rosa, la morte. Della serie dedicata all’ispettore italo-svedese Gunnar Barbarotti sono usciti L’uomo senza un cane, Era tutta un’altra storia, L’uomo con due vite e L’uomo che odiava i martedì. Nel catalogo Guanda è presente anche Il ragazzo che sognava Kim Novak.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...