dal Fq.: “Abusi sessuali sulle bambine in classe”: arrestato maestro dell’asilo di Bankitalia

LE TELECAMERE sono state piazzate nell’asilo “Casa dei bambini Montessori” di Roma a disposizione del personale di Bankitalia, per sole ventiquattro ore. E tanto è bastato per avere purtroppo i riscontri video a quelle accuse terribili: un maestro avrebbe compiuto atti sessuali con alcune bambine dai 3 ai 6 anni.

In meno di 24 ore, così, il gip di Roma Clementina Forleo ha firmato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’uomo di origini asiatiche. SI tratta di un cittadino italiano, con un genitore thailandese, di appena 25 anni d’età, che da alcuni anni insegnava inglese in uno degli asili più esclusivi di Roma, riservato a circa 150 bambini, figli di dipendenti dell’Istituto di Palazzo Koch. Fu creata negli anni Settanta ed era concettualmente all’avanguardia: con questo asilo si voleva trovare un luogo dove educare i bambini figli di donne che lavoravano in Bankitalia e non riuscivano a trovare asili pubblici compatibili con l’orario di impiego.

L’ASILO È IN UN’AREA VERDE al Mandrione, periferia est di Roma, dove una volta la Banca d’Italia stampava le banconote e – come dice il nome stesso – si ispira al metodo montessoriano. La notizia dell’arresto dell’insegnante, che risale a una settimana fa, è stato anticipato ieri dal quotidiano La Verità. L’indagine parte intorno ai primi di marzo, quando una bimba confida alla madre e al padre alcuni ‘giochi particolari’ con il proprio maestro. I genitori sono corsi in Procura per informarli di quanto stava accadendo in quelle aule. Le indagini sono state affidate al Nucleo Investigativo dei carabinieri. Pochi giorni dopo, analoga denuncia arriva ai poliziotti del commissariato di Marino. Così i pm Francesca Passaniti ed Eleonora Fini, coordinati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone, hanno ordinato l’installazione di telecamere nascoste nelle aule della “Casa dei Bambini” per accertare la fondatezza dei racconti delle bambine.

Qui le immagini registrano degli atteggiamenti particolari del maestro nei confronti delle bambine, insomma si ripropongono quei giochi raccontati nelle denunce di pochi giorni prima. Secondo gli inquirenti che li hanno visionati, erano inequivocabili. Interrogato in carcere il maestro, attraverso l’avvocato, ha provato a ottenere l’attenuazione della misura cautelare in arresti domiciliari. Il gip li ha negati. Per gli inquirenti potrebbe trattarsi di una decina di bambine, mentre la scuola è rimasta all’oscura dell’indagine, fino all’arresto.

DA PARTE sua Bankitalia, in una nota, ha spiegato di aver “immediatamente invitato l’Opera Nazionale Montessori, che in base al contratto di appalto assume tutte le responsabilità inerenti alla gestione delle strutture e del personale addetto, a sospendere dall’insegnamento la persona in questione e a impedirne l’accesso nei locali della scuola”.

Un pensiero su “dal Fq.: “Abusi sessuali sulle bambine in classe”: arrestato maestro dell’asilo di Bankitalia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...