« RESTO QUI » di Marco Balzano

9788806237417_0_0_0_75

Ho appena finito di leggere questo bel romanzo di marco balzano, finalista al premio strega nella rosa dei dodici da cui verrà scelta la cinquina; quest’anno la giuria è estesa ad alcuni gruppi di lettura, e c’è anche quello di cui faccio parte, il Mercoledì da lettori di Fano…

Un bel romanzo storico, dicevo, questo di balzano; uno spaccato della società sudtirolese, della vita in un paesino della Val venosta, Cron, vista attraverso gli occhi, e le parole, di Trina, la protagonista del romanzo, che è tutto in prima persona: Trina ci racconta da quando è nata fino a quando gli muore il marito, Erich, l’altro protagonista della storia, due caratteri diversissimi, ma che si completano a vicenda. E tramite la loro storia assistiamo allo svolgersi della Storia, quella con la S maiuscola: l’affermarsi del fascismo, poi la II Guerra Mondiale, i giovani del paese che in massa si arruolano con l’esercito del Furer, perché n paese tutti si sentono tedeschi…dopo la guerra la vicenda della Grande diga, che seppellirà Resia e Curon, e dal lago prodotto da essa spunterà fuori solo il campanile della chiesa di Curon, quello ormai famoso, che appare in copertina.

« Io resto qui » è il titolo più adatto: quando negli anni ’30 molti abitanti di Curon fuggono in Germania o in Svizzera piuttosto che subire l’italianizzazione forzata – e fallita –  daparte di mussolini, Trina e Erich scelgono di restare; non così la loro figlia marika, che scappa di notte con gli zii, aprendo una ferita nel cuore dei genitori che non si rimarginerà mai più per tutta la loro vita; ed è il ricordo di marika che riaffiora per quasi tutte le pagine del romanzo.

Decidono di restare anche quando le autorità annunciano che il loro paese verrà sommerso e il loro maso distrutto col tritolo: piuttosto che andarsene  vanno a stare in delle casupole di fortuna, dove restano alcuni anni in attesa dell’appartamentino che verrà assegnato loro a titolo di indennizzo.

Un romanzo riuscito, che non mi meraviglierei se vincesse il premio strega di quest’anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...