“Il Sasso chiamato Simone naviga sotto le stelle, sul confine tra Marche e Toscana, solitario fra i grilli in un mare di querce nel vento” da Paolo Rumiz, La leggenda dei Monti naviganti

Eccolo, il Sasso, come l’abbiamo ammirato ieri, seduti sotto l’ombra di un faggio ultra centenario, dichiarato albero monumentale dalla Regione Toscana:

E ieri è stata per me proprio una giornata speciale , perché ho fatto il giro del Sasso Simone dal Passo della Cantoniera con tempo bello e compagnia molto piacevole…

La passeggiata in un punto non era proprio una passeggiata perché in un tratto sotto al Sasso se non vi fosse stata una fune d’acciaio a cui sono rimasto appeso ( e grazie al cui appiglio mi sono tirato su di peso a forza di braccia ) sarei scivolato all’indietro per colpa delle suole quasi lisce delle scarpe da ginnastica che indossavo , ignaro del l’esistenza del passaggio ripido in ferrata

In cima al Sasso un cartello ricorda la storia di Cosimo I de’ Medici che ci costruì una cittadella fortificata, una Città del Sole di ispirazione neoplatonica

Il simbolo del Sole è di origine pagana!

Il simbolo del Sole è di origine pagana, sembra che i Medici fossero interessati al neo paganesimo…

Dal Sasso si può ammirare un panorama stupendo , guastato ieri dalla foschia: ma torniamo a Rumiz:

” Sembra una portaerei, con gigantesche murate e una lunga pista sulla sommità. I toscani fortificarono questo bastione naturale per tenere a bada i signori del Montefeltro e le loro rocche di San Marino, Sant’Agata e San Leo. Ma presto lo abbandonarono, per assenza di sorgenti e strade , e oggi la foresta di è mangiata tutto, le pietre sono appena visibili nell’erba alta. Sul paese fantasma è rimasta solo una gran croce di ferro…”

Neanche quella, ‘ché forse un fulmine l’ha abbattuta…dentro al bosco sulla sommità del Sasso

Un pensiero su ““Il Sasso chiamato Simone naviga sotto le stelle, sul confine tra Marche e Toscana, solitario fra i grilli in un mare di querce nel vento” da Paolo Rumiz, La leggenda dei Monti naviganti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...