Repubblica-dibattiti LE RELAZIONI PERICOLOSE TRA L’ARTE E LA FOLLIA di Susanna Nirenstein

Che relazione c’è tra follia e impulso creativo? Nel giugno 1945 il pittore francese Jean Dubuffet, l’architetto Charles- Edouard Jeanneret ( meglio noto come Le Corbusier) e l’editore Jean Paulhan partirono per un giro in Svizzera organizzato dall’ente del turismo: verdi colline, laghi, stupefacenti montagne. Ma Dubuffet, preso da tutt’altro, si mise invece a visitare almeno mezza dozzina di ospedali psichiatrici in cui raccolse disegni e quadri: gli interessava arricchire la raccolta di opere d’arte, che aveva già iniziato a collezionare, realizzate da malati di mente. Al Waldau Asylum, fuori Berna, vide per la prima volta i 25mila tra testi, … Continua a leggere Repubblica-dibattiti LE RELAZIONI PERICOLOSE TRA L’ARTE E LA FOLLIA di Susanna Nirenstein

Da Repubblica: reportage di Francesco Merlo dalla cappella Sistina:”Così sono riuscito a toccare il cielo (di Michelangelo) con un dito”

Il reportage Così sono riuscito a toccare il cielo (di Michelangelo) con un dito FRANCESCO MERLO,   ROMA Sono salito in cima alla Sistina, ho toccato il cielo (di Michelangelo) con un dito e ho visto tutto quel che da lontano non si vede, dall’unghia irregolare di Dio ai pesci vivi nel Mar Rosso. Ma per non cadere nella retorica eviterò di usare parole come Perfezione e Maestà. Mi limito a dire che si vede troppo, un troppo che non diventa mai ingombro, percorrendo in quota, a bordo di un accrocco che somiglia a una Smart, la Cappella più bella … Continua a leggere Da Repubblica: reportage di Francesco Merlo dalla cappella Sistina:”Così sono riuscito a toccare il cielo (di Michelangelo) con un dito”

Repubblica-Robinson: “Sesso, droga & Vittoriale com’è rock D’Annunzio” di Valerio Magrelli

Dimenticate il Duce, il Vate e tutto quel ciarpame: col dieci per cento di visite in più la dimora storica è tra le case più visitate. Merito di un restauro-capolavoro. E di un piano, questo sì dannunziano, di Riconquista: ma che parte dal dandysmo per arrivare a David Byrne Continua a leggere Repubblica-Robinson: “Sesso, droga & Vittoriale com’è rock D’Annunzio” di Valerio Magrelli

da La Lettura: “Questa quercia è Michael, mio marito” di Paola De Carolis

Judi Dench coltiva un giardino in cui pianta un albero per ogni persona cara scomparsa. Ci sono il fratello Jeffery, la figlia di Vanessa Redgrave, il collega Alan Rickman. L’attrice premio Oscar ha aperto il suo spazio segreto in un documentario; «Penso ai miei alberi come a una famiglia allargata», racconta l’attrice nel documentario My Passion for Trees («La mia passione per gli alberi»), trasmesso il 20 dicembre dalla Bbc.
Continua a leggere da La Lettura: “Questa quercia è Michael, mio marito” di Paola De Carolis

Da La lettura: “Un assassino illuminò l’arte” di ALEX CONNOR ( traduzione di Angela Ricci)

Alex Connor è un’autrice inglese di thriller e fiction storica, dove ha (ri)messo in scena le vite di Rembrandt, Goya, Bosch, Tiziano («Il dipinto maledetto» ha vinto il Premio Roma per la narrativa straniera), Hogarth. E di Michelangelo Merisi, protagonista di «Cospirazione Caravaggio», uscito in Italia nel 2016. «Caravaggio enigma», adesso in libreria, è il primo romanzo di una nuova trilogia. Per «la Lettura» ha riassemblato la biografia del genio lombardo, cercando di ripulire la realtà dall’inevitabile leggenda Continua a leggere Da La lettura: “Un assassino illuminò l’arte” di ALEX CONNOR ( traduzione di Angela Ricci)

Le donne di Caravaggio (attraverso 82 capolavori) Di STEFANO BUCCI e ALEX CONNOR da La lettura

La Lettura 3 Dec 2017 Di STEFANO BUCCI e ALEX CONNOR Annuccia «dai capelli rosci», Fillide «turbolenta», Lena «amante di ecclesiastici d’alto rango» Chi sono le donne, quasi tutte prostitute, che hanno prestato il volto a eroine, sante e madonne … Continua a leggere Le donne di Caravaggio (attraverso 82 capolavori) Di STEFANO BUCCI e ALEX CONNOR da La lettura

http://www.guggenheim-venice.it/exhibitions/simbolismo-mistico/

Il simbolismo dei Rosacroce: al Guggenheim di Venezia rivivono i Salon parigini de la Rose+Croix

    Fino al 7 gennaio 2018 Nella primavera del 1892 Joséphin Péladan, autore e critico francese, organizza a Parigi il primo Salon de la Rose+Croix al fine di presentare i principi dell’ordine dei Rosacroce, confraternita di natura esoterico-religiosa, legati … Continua a leggere Il simbolismo dei Rosacroce: al Guggenheim di Venezia rivivono i Salon parigini de la Rose+Croix