La battaglia sulla marijuana: Cosa succederebbe deviando il fiume di denaro che oggi finisce nelle tasche dei trafficanti; il tesoro sottratto ai narcos e miliardi di nuove entrate così può cambiare il mercato

ROMA.
Un fiume di soldi, che ora finisce nelle tasche dei trafficanti e invece potrebbe dare vita a un nuovo comparto industriale. Contemporaneamente, nelle casse dello Stato entrerebbe un bel po’ di denaro e forze dell’ordine e magistratura potrebbero smettere di dedicare il loro tempo all’inseguimento di chi spaccia hashish e marijuana. Ma mentre molti Stati americani ed europei hanno legalizzato o depenalizzato l’uso di cannabis, in Italia la sostanza oggi può essere utilizzata solo come farmaco e la può produrre esclusivamente l’Istituto farmaceutico militare di Firenze. Continua a leggere La battaglia sulla marijuana: Cosa succederebbe deviando il fiume di denaro che oggi finisce nelle tasche dei trafficanti; il tesoro sottratto ai narcos e miliardi di nuove entrate così può cambiare il mercato

Roberto Saviano: Perché difendo le Ong

da Repubblica oggi in edicola ROBERTO SAVIANO PER capire bisogna prendersi del tempo. Per capire bisogna leggere le fonti e verificarle. La tristissima vicenda che riguarda la polemica del Movimento 5Stelle sulle Ong che nel Mediterraneo si occupano di soccorrere i migranti mostra come, a partire da Beppe Grillo per finire con il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, i 5Stelle parlino su questo argomento per sentito dire, riportando affermazioni senza verificarle, dandole per vere e proponendo interrogazioni parlamentari che hanno il sapore di strumento di propaganda fine a se stessa. Di Maio dichiara: «Definire taxi le imbarcazioni delle Ong … Continua a leggere Roberto Saviano: Perché difendo le Ong

Simonetta Fiori intervista Adele Corradi, la protagonista di “Lettere a una professoressa” : “A me pare orribilmente offensivo anche soltanto tentare di difenderlo. Don Milani si difende da solo.”

Dice Adele Corradi:A me pare orribilmente offensivo anche soltanto tentare di difenderlo. Don Milani si difende da solo. Con tutto quello che ha fatto. E con tutto quello che ha scritto. Ma bisogna leggerlo tutt’intero, non limitarsi a estrapolare una frasetta interpretandola a vanvera. Continua a leggere Simonetta Fiori intervista Adele Corradi, la protagonista di “Lettere a una professoressa” : “A me pare orribilmente offensivo anche soltanto tentare di difenderlo. Don Milani si difende da solo.”

Maria Cristina Carratù intervista Giorgio PECORINI “Ricostruzioni becere quelle di Walter Siti; l’amore di Lorenzo era senza secondi fini”

Non mi meraviglia che tra i più accesi difensori della figura di Lorenzo Milani, il maestro, e prete, di Barbiana, ci sia uno scrittore e giornalista ateo e miscredente: è la controprova di quanto sia stato bravo quel maestro a instillare nei ragazzi la libertà di pensiero, al di là del credo religioso; non per niente, il primo atto che fece Milani entrando in classe fu quello di saliresulla sedia per togliere il crocefisso dal muro, perché, come diceva lui, ognuno si il proprio dio se lo prega a casa…. FIRENZE È il destinatario della lettera citata da Walter Siti, … Continua a leggere Maria Cristina Carratù intervista Giorgio PECORINI “Ricostruzioni becere quelle di Walter Siti; l’amore di Lorenzo era senza secondi fini”

Così si farà il biotestamento: scritto o video; sì della Camera,ora la legge passa al Senato

di CATERINA PASOLINI per repubblica oggi in edicola ROMA. La Camera, con 326 sì, ha approvato la legge sul biotestamento che ora approderà in Senato, dove si annuncia già maretta, per il via libera definitivo. Sono 326 voti a favore della libertà di scelta e di cura fino alla fine, raccolti grazie a un’inedita maggioranza. Composta da Partito democratico, Mdp e Sinistra italiana e Movimento cinque stelle. I cattolici protestano, parlano di «eutanasia, che arriva in modo barbaro: morendo di fame o di sete». Il disegno di legge è frutto di un anno di lavoro in commissione che ha rielaborato … Continua a leggere Così si farà il biotestamento: scritto o video; sì della Camera,ora la legge passa al Senato

“La scuola anti bufale Dalle elementari ai licei, inizia in classe la battaglia contro le notizie false” di CRISTINA NADOTTI  

Si celebra oggi la giornata del fact-checking Gli organizzatori e l’Ocse scommettono sugli studenti: “Non basta essere millennial per riconoscere un fake” Continua a leggere “La scuola anti bufale Dalle elementari ai licei, inizia in classe la battaglia contro le notizie false” di CRISTINA NADOTTI