dal F.Q.:“Lazio, la cupola delle tangenti al centrodestra”

L’autodenuncia di un dirigente di Astral (strade regionali): “Mazzette sui cartelloni pubblicitari”.Da dieci giorni va in giro a dire di avere chiesto una tangente da 300 mila euro a tre imprese concessionarie dei cartelloni pubblicitari sulle strade laziali come Pontina o Cassia. Aggiunge di averne incassati subito 97 mila euro e di aver trattenuto per sé circa 30 mila euro. Ma la cosa più importante è la destinazione del resto. Lelli dice che avrebbe consegnato 65 mila, dei 97 mila euro suddetti, al senatore di Forza Italia Francesco Aracri. Continua a leggere dal F.Q.:“Lazio, la cupola delle tangenti al centrodestra”

Due personal-stopper si sono inventate un mestiere, consigliare libri: “Dimmi chi sei e ti dirò cosa leggere”

due donne si sono inventate il mestiere di “personal book shopper”: invece di aiutare nella scelta delle scarpe e della borsa che stanno bene col vestito ti portano per mano a trovare i libri da abbinare all’umore del momento. Hanno registrato il marchio: “Dimmi chi sei e ti dirò cosa leggere”. Continua a leggere Due personal-stopper si sono inventate un mestiere, consigliare libri: “Dimmi chi sei e ti dirò cosa leggere”

Un ottimo articolo di Gianni Barbacetto su Alessandro Proto: “Proto all’ultimo bluff: affitta villa a Weinstein” dal Fatto quotidiano

Si è inventato lo “studio legale Brafman” Uscito dal carcere, il finto finanziere si rimette in attività. E i media ci cascano ancora Il Fatto Quotidiano 2 Jan 2018 BARBACETTO Ci prova ancora. E ancora ci cascano. Alessandro Proto è stato arrestato, processato, ha patteggiato una pena di 3 anni e 10 mesi ed è stato condannato dalla Consob a pagare una multa di 4,9 milioni di euro (che non ha e non ha mai avuto). Eppure il settimanale francese Paris Match gli ha creduto ancora e agli inizi di dicembre 2017 lo ha definito “uomo d’affari ita liano ”, … Continua a leggere Un ottimo articolo di Gianni Barbacetto su Alessandro Proto: “Proto all’ultimo bluff: affitta villa a Weinstein” dal Fatto quotidiano

Da Repubblica, POLITICA Fine legislatura “Orfani dei femminicidi e testimoni di giustizia in porto altre due leggi civili” di Caterina pasolini

roma Sì alla legge che protegge i testimoni di giustizia, sì a quella che tutela i figli del femminicidio. Nelle ultime ore della legislatura sono state approvate due importanti norme che parlano di diritti, di giustizia e difesa dei più deboli, di protezione per chi, innocente, aiuta lo Stato contro le mafie. Con 165 sì e 5 no, è passata la legge per gli orfani del femminicidio. Sono oltre 1.680, il più piccolo ha pochi mesi molti sono adolescenti. Hanno visto uccidere la madre dal compagno, dal padre, da chi diceva di amarli. La giustizia li definisce « vittime collaterali … Continua a leggere Da Repubblica, POLITICA Fine legislatura “Orfani dei femminicidi e testimoni di giustizia in porto altre due leggi civili” di Caterina pasolini

Miniera Instagram “ Così facciamo soldi nel social dei selfie” di VLADIMIRO POLCHI,

“Nel club dei 100mila follower le cifre calano, ma restano alte. È il caso di Roberta Carluccio, 20enne torinese, personal trainer, che sulla propria immagine scolpita a suon di fitness ha costruito il successo. Oggi ha 180mila follower e per ogni post “pubblicitario” guadagna dai 400 ai 600 euro, «ma dipende se posto solo una foto o un video». La sua forza è il fisico: «Inutile essere ipocriti, nel mio caso le foto sexy funzionano di più, anche perché i miei follower più attivi sono maschi.” Continua a leggere Miniera Instagram “ Così facciamo soldi nel social dei selfie” di VLADIMIRO POLCHI,