Glifosato e multinazionale, così nasce una monocoltura di Marinella Correggia per il Manifesto

EXTRATERRESTRE Il quadro. La denuncia del Biodistretto: «Non vogliamo diventare schiavi della nostra produzione» Marinella Correggia EDIZIONE DEL24.05.2018 La dottoressa Antonella Litta, referente locale dell’Associazione medici per l’ambiente, ricorda sovente «l’amara lezione del lago D’Aral» nelle sue conferenze sull’inquinamento del lago di Vico. Per fortuna è un’iperbole. Ma ogni medico ha il dovere che gli deriva dal giuramento di Ippocrate di segnalare, e l’Isde lo ha fatto in diversi esposti alle istituzioni, «i possibili rischi sanitari per le popolazioni». Dal lago di Vico viene captata la maggior parte dell’acqua che rifornisce gli acquedotti di Caprarola e Ronciglione e le ordinanze … Continua a leggere Glifosato e multinazionale, così nasce una monocoltura di Marinella Correggia per il Manifesto

da la Lettura: « Un «popolo» di microbi Sono milioni di miliardi » di GIOVANNI CAPRARA

La Lettura 8 Apr 2018 di GIOVANNI CAPRARA Ibatteri hanno popolato la Terra prima di noi; anzi, hanno permesso che l’evoluzione arrivasse all’uomo, poi aiutandola. Ora ci conviviamo. Nell’intestino la loro massa può raggiungere un chilo formando il microbiota, e rappresenta la concentrazione maggiore di una popolazione che conta milioni di miliardi di microbi di almeno mille specie, disseminati ovunque tranne che nel cervello (con cui comunque interagisce) e nel sistema circolatorio. Insieme offrono una biodiversità più ricca di una foresta pluviale e costituiscono un patrimonio genetico (il microbioma) capace di influire nel bene e nel male sul funzionamento del … Continua a leggere da la Lettura: « Un «popolo» di microbi Sono milioni di miliardi » di GIOVANNI CAPRARA

da La Lettura:”Noi siamo l’intestino” Di MANUELA MONTI e CARLO ALBERTO REDI. Tutto su cosa è e cosa serve il “microbiota”

Il nostro corpo ospita una quantità inimmaginabile di micro-organismi viventi appartenenti alle più diverse specie di gruppi animali. Batteri, virus… vanno a formare il microbiota, un complesso vitale in continua interazione con le attività di tutti gli organi, compreso il cervello. Tutto ciò contribuisce a ridefinire in modo originale l’identità biologica dell’individuo. Oggi dunque, nel secolo della biologia, siamo chiamati — tutti: scienziati, filosofi, umanisti… — a confrontarci con il concetto di «conindividuo»: questo insieme di popolazioni di specie diverse (che ci affollano) mette prepotentemente in crisi il nostro senso del «sé». Ora lo sappiamo: non siamo più quella singolare individualità che credevamo di essere Continua a leggere da La Lettura:”Noi siamo l’intestino” Di MANUELA MONTI e CARLO ALBERTO REDI. Tutto su cosa è e cosa serve il “microbiota”

da Repubblica.it: nei guai Mario Pianesi, fondatore del Punto Macrobiotico, indagato con la moglie e altri tre dall’associazione a delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù ai maltrattamenti, dalle lesioni aggravate all’evasione fiscale.

“Nei guai il noto imprenditore dell’alimentazione Mario Pianesi. Secondo le indagini convinceva le vittime che la sua dieta avrebbe guarito malattie incurabili e li riduceva in schiavitù costringendoli a versare denaro: 5 indagati. Una delle vittime è arrivata a pesare 35 chili” Continua a leggere da Repubblica.it: nei guai Mario Pianesi, fondatore del Punto Macrobiotico, indagato con la moglie e altri tre dall’associazione a delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù ai maltrattamenti, dalle lesioni aggravate all’evasione fiscale.

da Repubblica-ROBINSON « La ragazza salvata dai giornali”   di Chiara Valerio

TITOLO: DOVE NASCE IL VENTO AUTORE: NICOLA ATTADIO EDITORE: BOMPIANI PREZZO: 16 EURO PAGINE: 176 L’infanzia agiata, la morte del padre, il crollo dell’impero di famiglia, la povertà. La giovane Elizabeth Jane “Pink” Cochran si sarebbe persa per sempre se non avesse spedito una lettera alla gazzetta di Pittsburgh. Che le cambierà la vita e perfino il nome: trasformandola in quella Nellie Bly che finirà per macinare scoop alla corte di un certo Pulitzer. E questo è solo l’inizio… “Se le ragazze fossero ragazzi si direbbe senza troppi problemi: facciamoli cominciare da dove vogliono. Se sono ambiziosi, possono conquistarsi un … Continua a leggere da Repubblica-ROBINSON « La ragazza salvata dai giornali”   di Chiara Valerio