da Repubblica-Robinson: TECNICHE DI SEDUZIONE Come ti promuovo il libro (non dicendoti cos’è) Inchiesta di Raffaella De Santis

Addio cari booktrailer: tra Twitter, YouTube e Facebook è il webmarketing la nuova frontiera. Ultimo esempio un romanzo: nato, anch’esso, in un appuntamento al buio, Continua a leggere da Repubblica-Robinson: TECNICHE DI SEDUZIONE Come ti promuovo il libro (non dicendoti cos’è) Inchiesta di Raffaella De Santis

da Repubblica: Il personaggio.” Ritratto della Ginzburg. Inchiesta su Natalia scrittrice riluttante” di PAOLO MAURI

t e r z a p a g i n a Da dove comincia una vita? Dalla data di nascita, da quella dei genitori? O ancora prima?» Ecco le domande con cui Sandra Petrignani apre la sua laboriosa inchiesta sulla storia di Natalia Ginzburg, venuta al mondo a Palermo, dopo tre fratelli e una sorella, il 14 luglio del 1916. Il padre, lo scienziato Giuseppe Levi, ebreo triestino, aveva avuto un incarico all’Università, ma la famiglia lascerà la Sicilia poco dopo, quando Natalia ha tre anni, per tornare a Torino. È una curiosità: per cercare di capire i segreti della … Continua a leggere da Repubblica: Il personaggio.” Ritratto della Ginzburg. Inchiesta su Natalia scrittrice riluttante” di PAOLO MAURI

da Repubblica: “I piccoli orfani di Ceausescu il dittatore che volle farsi Dio” di ANDREA BAJANI

Il libro Figli del diavolo di Liliana Lazar (66thand2nd pagg. 240 euro 16) I dittatori hanno sempre preso spunto da Dio, per decidere come comportarsi con i propri sudditi. I Vangeli, più ancora che l’Antico Testamento, sono stati per loro l’implicito manuale di condotta. E i Vangeli ci hanno fatto capire – tra le altre cose – la stretta correlazione che esiste tra la divinità e la nascita. Una delle prerogativa di Dio è quella di presiedere alla nascita. È da Lui che dipende il venire a questo mondo di Gesù. È per questo che i dittatori tradizionalmente mettono bocca … Continua a leggere da Repubblica: “I piccoli orfani di Ceausescu il dittatore che volle farsi Dio” di ANDREA BAJANI

da Repubblica-Robinson: Intervista di Francesco Merlo con Antonio Sellerio

L’editore di Montalbano, “il maggior successo letterario e tv italiano”, spiega l’importanza della pagina scritta, la differenza con Netflix, il ruolo del pop… Ma avverte: la cultura non ci rende per forza più buoni e il nazismo insegna. Eppure resta un dovere leggere di tutto   Continua a leggere da Repubblica-Robinson: Intervista di Francesco Merlo con Antonio Sellerio

Enrico Franceschini, per Repubblica, intervista John Le Carré: “ Smiley va in pensione. Non ci sono più le spie di una volta”

Il mio personaggio aveva una missione e oggi non ce l’ha più. Non si capisce per cosa abbia combattuto
La mia famiglia, più che alla classe media, apparteneva alla classe criminale
Ho trovato stabilità nei servizi segreti
Spero di avere ancora un altro romanzo dentro di me. Scrivere è la sola cosa che so fare. Mi aiuta a vivere Continua a leggere Enrico Franceschini, per Repubblica, intervista John Le Carré: “ Smiley va in pensione. Non ci sono più le spie di una volta”