Scrittura e memoria nell’opera di Helga Schneider, la bambina che nel 1944 incontrò Hitler nel suo bunker

da Repubblica-Parma 18MAG2018   Parma Edizioni locali   F     <img class=”alignnone size-full wp-image-2132″ alt=”Helga-Schneider1-650×325″ src=”http://cdn.gelestatic.it/repubblica/blogautore/sites/172/2018/05/Helga-Schneider1-650×325.jpg&#8221; width=”640″ height=”360″ /> Ha rinunciato da tempo a definirsi una scrittrice in senso classico Helga Schneider. È una testimone. Sente su di sé la responsabilità del ruolo che incarna sin da quando, con “Il rogo di Berlino” (Adelphi,1995) rese pubblica la sua storia per raccontare cosa provò una bambina tedesca a vivere sotto i bombardamenti in una città a fuoco, dopo aver vissuto l’abbandono inesorabile della madre arruolatasi volontariamente nelle SS per diventare guardiana a Ravensbruck e poi a Birkenau. Quella bambina dovrà … Continua a leggere Scrittura e memoria nell’opera di Helga Schneider, la bambina che nel 1944 incontrò Hitler nel suo bunker

dal Manifesto CULTURA «Donne di conforto», una memoria senza pace. Guido Caldiron intervista la scrittrice Mary Lynn Bracht, autrice di «Figlie del mare»

Intervista. Parla la scrittrice Mary Lynn Bracht, autrice di «Figlie del mare», un romanzo che dà voce alle 200mila giovani coreane e cinesi rapite dai soldati di Tokio durante la Seconda guerra mondiale e costrette in «bordelli-lager», spesso fino alla morte. Una vicenda ancora senza giustizia Continua a leggere dal Manifesto CULTURA «Donne di conforto», una memoria senza pace. Guido Caldiron intervista la scrittrice Mary Lynn Bracht, autrice di «Figlie del mare»

dal Manifesto-Cultura: “Vite interrotte per salvare la «stirpe» ” di Linda Chiaramonte

Italia fascista. Le ventinove storie di «Adelmo e gli altri»: una mostra documentaria al Cassero di Bologna, che apre in occasione delle celebrazioni del 25 aprile, riporta alla luce le biografie dei confinati omosessuali nel materano Continua a leggere dal Manifesto-Cultura: “Vite interrotte per salvare la «stirpe» ” di Linda Chiaramonte