Una riflessione di Valeria Luiselli sugli eufemismi, e cosa nascondono: “Quando il treno degli orfani lasciava New York”

nel 1850 c’erano più di 30 mila bambini che vivevano nelle strade di New York, che risolse il problema con una trovata disumana: metterli tutti sui treni che ogni giorno partivano diretti verso l’enorme e ancora spopolato West. Il meccanismo venne chiamato placing out («sistemare fuori»), eufemismo per non dire “deportati” Continua a leggere Una riflessione di Valeria Luiselli sugli eufemismi, e cosa nascondono: “Quando il treno degli orfani lasciava New York”

“L’altra Caporetto” di Paolo Rumiz

TOLMINO ( SLOVENIA OCCIDENTALE) In questo viaggio non troverete una sola linea dritta. L’uomo che ne è protagonista, e che tenteremo di inseguire nelle sue pazzesche evoluzioni per montagne, crinali, canaloni e boscaglie, è un maestro di svolte, deviazioni, agguati e nascondigli. Cent’anni dopo, l’ombra di questo leggendario, imprendibile infiltrato lascia ancora impresse nel paesaggio le orme dei suoi zigzag sul confine orientale d’Italia. Il nome di costui è Erwin Rommel, protagonista dello sfondamento austro-tedesco sul fronte di Caporetto il 24 ottobre del 1917. Primo tenente del battaglione Fucilieri da montagna del Württenberg, a 26 anni non ancora compiuti, gestendo … Continua a leggere “L’altra Caporetto” di Paolo Rumiz

1917/2017 “Tecnica del colpo di Stato” di Ezio Mauro – La presa del palazzo d’Inverno

Ottobre Rosso: “Senza consultare Lenin, Trotzkij ha deciso che non serve più aspettare. Scende alla stanza 17 dello Smolnyj e dal Comitato Militare Rivoluzionario parte l’ordine che darà il via alla rivoluzione, mentre Antonov-Ovseenko segna con un cerchio sulla mappa della città il primo obiettivo. È la centrale del telegrafo, il vero mezzo di comunicazione della modernità, attraverso cui sono passati in quei mesi l’ultimatum della Duma, la ribellione dei generali, l’abdicazione dello Zar, l’illusione bonapartista di Kerenskij, il tentativo di golpe di Kornilov, la disperazione solitaria della Zarina, l’intero discorso politico russo del 1917.” Continua a leggere 1917/2017 “Tecnica del colpo di Stato” di Ezio Mauro – La presa del palazzo d’Inverno