Una dieta povera di sale aiuta a combattere l’artrite reumatoide

Da Repubblica.itAbbassare il sale, alza le difese contro le malattie autoimmuni di ANNA LISA BONFRANCESCHI 7 settembre 2017 14:01   Secondo uno studio della Sapienza di Roma diete povere di sodio possono ridurre i linfociti proinfiammatori coinvolti in lupus e artrite reumatoide. Ottenendo risultati simili a quelli delle attuali terapie NELLA PASTA, in insalate, salumi, pane, formaggio, ma anche nei prodotti in scatola, e persino in quelli dolci come i biscotti. Il sale – più o meno nascosto – è onnipresente, ma per la salute sarebbe meglio tenerlo a bada, ripetono da anni i medici. E non sforare la soglia … Continua a leggere Una dieta povera di sale aiuta a combattere l’artrite reumatoide

La rivolta delle algerine: in spiaggia in bikini alla faccia dei fondamentalisti

dal Secolo XIX.it Karima Moual Bagnanti in bikini ad Annaba POTEVA mancare anche quest’estate il tormentone su burkini e bikini? Certamente no. E la notizia ci arriva questa volta dall’Algeria: nella cittadina balneare di Annaba si è dato appuntamento un esercito di 3 mila donne, che si riverseranno sabato in spiaggia tutte rigorosamente in bikini. E’ da diversi giorni che piccoli gruppi di donne provano a unirsi in questa dimostrazione sparse qua e la ma adesso, grazie anche ai social network, il gruppo si è fatto ancora più grande da conquistare anche le pagine dei giornali locali e internazionali. Lo … Continua a leggere La rivolta delle algerine: in spiaggia in bikini alla faccia dei fondamentalisti

Il Governo ha trattato coi trafficanti libici di esseri umani: in cambio di armi e soldi, queste “milizie” ora impediscono ai barconi di partire. Un’altra “trattativa” come con Cosa nostra nel ’92?

Dal Manifesto Domenico Romano EDIZIONE DEL 31.08.2017 PUBBLICATO 30.8.2017, 23:59 Dietro la forte diminuzione di sbarchi nel nostro Paese potrebbe esserci un accordo siglato dal governo italiano direttamente con due milizie libiche coinvolte nel l traffico di esseri umani. A rivelarlo è una lunga e dettagliata inchiesta dell’agenzia americana Associated press che cita numerose testimonianze, tra le quali anche quella di un portavoce di una delle due milizie. «Non c’è nessun accordo tra il governo italiano e i trafficanti», ha smentito ieri una nota della Farnesina, mentre da Bruxelles una portavoce dell’esecutivo europeo ha rifiutato di commentare le notizie in … Continua a leggere Il Governo ha trattato coi trafficanti libici di esseri umani: in cambio di armi e soldi, queste “milizie” ora impediscono ai barconi di partire. Un’altra “trattativa” come con Cosa nostra nel ’92?

Scrive Bild: “In Germania vivono 562 affiliati a Cosa nostra, ‘ndrangheta a camorra” — Giulio Cavalli

(fonte: Il Fatto Quotidiano) In Germania vivono 562 esponenti di associazioni mafiose di origine italiana. Lo rivela la Bild, raccontando il contenuto della risposta fornita dal ministero dell’Interno tedesco a un’interrogazione parlamentare dei Verdi. Il numero si è quadruplicato rispetto al 2008 quando in Germania c’erano solo 136 esponenti di quella che Bild chiama genericamente “mafia”. Notoriamente… via Scrive Bild: “In Germania vivono 562 affiliati a Cosa nostra, ‘ndrangheta a camorra” — Giulio Cavalli Continua a leggere Scrive Bild: “In Germania vivono 562 affiliati a Cosa nostra, ‘ndrangheta a camorra” — Giulio Cavalli

Gli investimenti cinesi in Grecia cominciano a dare i primi frutti non solo economici; un bell’articolo del NYT

Main Menu The New York Times Search Go SUBSCRIBE Europe Chastised by E.U., a Resentful Greece Embraces China’s Cash and Interests The port of Piraeus. China invested nearly half a billion euros in the port, transforming it into the busiest harbor in the Mediterranean. ANGELOS TZORTZINIS FOR THE NEW YORK TIMES By JASON HOROWITZ and LIZ ALDERMAN AUGUST 26, 2017 ATHENS — After years of struggling under austerity imposed by its European partners and a chilly shoulder from the United States, Greece has embraced the advances of China, its most ardent and geopolitically ambitious suitor. While Europe was busy squeezing Greece, the Chinese swooped … Continua a leggere Gli investimenti cinesi in Grecia cominciano a dare i primi frutti non solo economici; un bell’articolo del NYT