Il reportage Risveglio di una città. «Dagli Asburgo ai cinesi Trieste si scopre capolinea della nuova Via della Seta» di PAOLO RUMIZ,

Sotto a sinistra, il Borgo teresiano, il quartiere voluto da Maria Teresa d’Austria e realizzato interrando le saline della città. Sotto, a destra, i visitatori durante l’Open day del porto e una nave da crociera ormeggiata in città TRIESTE Traffici commerciali via ferrovia quintuplicati in un anno. Delegazioni cinesi a spasso con valigette 24ore. Ristoranti affollati da tedeschi, austriaci, canadesi, americani. Porto in forte ripresa, sindaco sommerso da proposte d’investimento in denaro sonante. E, ancora, russi con borse piene di dollari e caviale, ungheresi disposti a tutto pur di avere uno sbocco al mare, mega-navi da crociera in cerca di … Continua a leggere Il reportage Risveglio di una città. «Dagli Asburgo ai cinesi Trieste si scopre capolinea della nuova Via della Seta» di PAOLO RUMIZ,

“L’altra Caporetto” di Paolo Rumiz

TOLMINO ( SLOVENIA OCCIDENTALE) In questo viaggio non troverete una sola linea dritta. L’uomo che ne è protagonista, e che tenteremo di inseguire nelle sue pazzesche evoluzioni per montagne, crinali, canaloni e boscaglie, è un maestro di svolte, deviazioni, agguati e nascondigli. Cent’anni dopo, l’ombra di questo leggendario, imprendibile infiltrato lascia ancora impresse nel paesaggio le orme dei suoi zigzag sul confine orientale d’Italia. Il nome di costui è Erwin Rommel, protagonista dello sfondamento austro-tedesco sul fronte di Caporetto il 24 ottobre del 1917. Primo tenente del battaglione Fucilieri da montagna del Württenberg, a 26 anni non ancora compiuti, gestendo … Continua a leggere “L’altra Caporetto” di Paolo Rumiz

“Da Trieste al Mar Giallo. La rotta delle spezie e dei sogni prigioniera del nuovo Impero” di PAOLO RUMIZ

Fino a pochi decenni fa nel porto della città giuliana arrivavano carichi di merci ricche di odori, provenienti dalla Cina. Adesso al loro posto c’è il nastro trasportatore dei prodotti con cui Pechino invade il nostro Occidente Ma un modo per tornare alla “Silk Road” è possibile Continua a leggere “Da Trieste al Mar Giallo. La rotta delle spezie e dei sogni prigioniera del nuovo Impero” di PAOLO RUMIZ

“LA RESISTENZA DELL’APPENNINO” di Paolo Rumiz

da Repubblica LA RESISTENZA DELL’APPENNINO PAOLO RUMIZ DIETRO i ritardi della ricostruzione post-terremoto in Appennino c’è qualcosa di molto più grave: il collasso dell’Italia minore. Ci sono gli abbandoni iniziati già venti-trent’anni prima, c’è l’incapacità o l’impossibilità dei comuni di montagna di gestire un rischio sismico e idrogeologico diffuso, c’è il loro sentirsi periferia subalterna pur essendo il baricentro dell’Italia. E c’è, per finire, l’accanirsi contro i deboli di burocrazie troppo spesso permissive con i forti. In questo, il sisma offre la radiografia di un Paese in bilico tra due mali eguali e contrari: immobilismo rigorista e spregiudicate soluzioni affaristiche. … Continua a leggere “LA RESISTENZA DELL’APPENNINO” di Paolo Rumiz